I ciondoli sacri: blasfemia o nuovo approccio alla fede?

pendente

Marchi del comparto preziosi come Trollbeads, negli ultimi anni, hanno costruito un business forte investendo nel mercato dei ciondoli, utilizzati per personalizzare gli accessori e per esprimere la propria personalità e le proprie idee, nel rispetto di un approccio sempre più orientato alla diversificazione e all’allontanamento dalla produzione in serie.

Una delle più sorprendenti tendenze del momento in ambito gioielleria è quella di adornare bracciali, collane o anelli con ciondoli e raffigurazioni di carattere religioso. Croci, angeli, immagini sacre di vario genere hanno fatto la loro comparsa sui vari gadget e consolidato una moda tra sacro e profano. C’è chi si è spinto anche oltre, lanciando un oggetto tanto legato alla ritualità cristiana e alla preghiera, il rosario, come elemento di design integrato al look della persona, una sorta di amuleto religioso trasformato in vezzoso ornamento per il collo.

La commistione di elementi sacri e profani o la mondanizzazione di icone religiose sono correnti che, da diversi anni, stanno trovando terreno fertile soprattutto tra i giovani e che denotano un nuovo tipo di approccio che le nuove generazioni dimostrano nei confronti di una tematica tanto complessa come la fede.

Dissacrazione o processo inevitabile?

Non mancano le critiche da parte di quanti si dichiarano a tutela dei valori più intimi e riservati che si legano all’aspetto della religione, denotando come nel processo di massificazione dei simboli sacri si celi un’idea distorta del modo di vivere la propria spiritualità. D’altra parte, però, tale approccio può essere considerato inevitabile: oggi, la necessità di differenziarsi si annoda a doppio filo con il desiderio di utilizzare la propria immagine per esprimere il proprio modo di essere e di pensare.

La società delle nicchie

In una società così globale, uniformata e compatta, la controtendenza a unirsi a nicchie specifiche si configura come una vera e propria esigenza e anche la fede cattolica si delinea come un segmento specifico e, in quanto tale, si dota di emblemi e status symbol propri. Oggi la componente estetica e quella ideologica non possono più essere svincolate l’una all’altra e anche l’estetizzazione di talismani dal forte valore simbolico diventano parte della costruzione di identità. Forse, semplicemente, è anche questa la fede oggi.