Marketing sanitario: una risorsa per le aziende mediche

Anche le realtà che operano nel settore sanitario hanno necessità di strutturare un marketing adeguato alle proprie esigenze commerciali e di business. Il marketing sanitario ha preso piede in modo significativo nell’ultimo decennio e oggi si affina sempre più, inglobando aspetti via via più ampi e di crescente importanza per le società del settore.

Il servizio di consulenza aziende sanitarie verte su un approccio multiforme che ingloba al proprio interno aspetti tipici della comunicazione ma anche della gestione economica, normativa e dei processi funzionali e tecnici.

La sanità che cambia

Il settore sanitario oggi è mutato profondamente e le realtà private hanno visto crescere la propria rilevanza. Di conseguenza, si è reso necessario anche un cambio di approccio nella gestione dei processi comunicativi, al fine di sviluppare una presenza più forte dell’azienda, che oggi diventa a tutti gli effetti un brand, con tutto ciò che ne deriva.

Le attività di branding a livello sanitario non sono poi così dissimili rispetto a quelle articolate negli altri settori; il web riveste un ruolo chiave come biglietto da visita più immediato e di facile reperimento per gli utenti. Il sito web, ma anche social network, applicazioni mobile, campagne di e-mail marketing, SEO, SEM interessano più che mai le imprese mediche, che investono in comunicazione e sviluppano un proprio linguaggio, a metà tra la necessità di comunicare competenza e quella di essere compresi da un pubblico disomogeneo e di difficile inquadramento.

In effetti, una delle maggiori difficoltà sta nella segmentazione di un target del tutto disarticolato per età, facoltà di spesa, esigenze, livello di cultura. D’altra parte, la frammentazione della domanda è un aspetto decisivo da cui partire per strutturare i successivi processi comunicativi e di acquisizione di contatti.

Il marketing medico punta con decisione sulla personalizzazione dei contenuti, al fine di raggiungere il pubblico in modo più efficace e, allo stesso tempo, di acquisire informazioni utili per comprendere il pubblico, elaborare dati di ricerca e sviluppare nuovi approcci. Per tale ragione, si fa strada in modo sempre più spregiudicato il marketing relazionale, che pone il soggetto al centro delle proprie dinamiche di comunicazione verso l’esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *