Le tendenze della moda bridal 2018

Collezioni abiti da sposa 2018: come scegliere il vestito da sposa per il matrimonio nel 2018

La scelta dell’abito da sposa è in assoluto il momento più importante e ricco di emozioni per qualsiasi donna che stia per avvicinarsi all’altare. Se la prima regola è quella di scegliere un abito incline al nostro gusto e stile quotidiano, bisogna tuttavia tenere presente le ultime tendenze della moda bridal.

Sulle passerelle di tutto il mondo, da Parigi a New York, le maison e i brand del wedding hanno mostrato i trend del settore per il 2018. Se da un lato gli abiti che hanno sfilato in passerella mostrano la voglia di cambiamento e di innovazione, dall’altro però non mancano i modelli nuziali che strizzano l’occhio alla tradizione.

Attente però, i tempi delle enormi meringhe e degli abiti da sposa troppo pomposi sono decisamente passati, lasciando il posto a elegantissime proposte che trovano nella preziosità di lavorazione e tessuti la loro ragion d’essere.

Tendenze vestiti da sposa 2018

Ma vediamo nel dettaglio le tendenze degli abiti da sposa per il 2018. Molto interessanti i modelli proposti dalla stilista Vera Wang, un’istituzione oltreoceano per il settore, che sorprende sempre con le sue creazioni innovative.

La novità quest’anno sono gli abiti da sposa con le piume, eleganti e innovativi, per le future che vogliono essere “trendy” anche il giorno del loro si.

Stesso trend anche per Valentino che si ispira allo stile impero con un plumage più delicato.
Altro mood per i trend degli abiti da sposa 2018 sono i fiori, dipinti, stampati o applicati. Molti stilisti aggiungono delle maxi applicazioni ton sur ton per impreziosire l’abito senza però appesantirlo, ecco allora che vediamo spuntare raffinati fiocchi in vita o campi di fiori su corpetti e gonne.

Non mancano gli abiti nuziali colorati. La prima a promuoverlo fu Vera Wang ma ormai un po’ tutte le maison hanno sdoganato il colore per gli abiti nuziali e propongono abiti dalla varie nuances: azzurro cielo, rosa antico per Pronovias e Nicole Spose, ma anche inserti neri per le donne che vogliono osare.

Una delle tendenze sposa più cool è gonna e camicia. L’abito da sposa stile due pezzi propone splendidi modelli per il 2018 con corpetti con colletti e trasparenze abbinati ad una gonna con cintura in vita come quelli che abbiamo visto nelle sfilate di Rosa Clara, Pronovias, Yolan Cris e Carolina Herrera.

Continuano a sfilare sulle passerelle delle migliori maison gli abiti a sirena, un modello che risulta essere tra i più amati dalle donne di tutto il mondo.

Gli abiti dal taglio a sirena delineano silhouette super femminili e sexy, fasciano il corpo sottolineandone le curve.

La stilista della moda bridal Alberta Ferretti impreziosisce i vestiti da sposa con ricami in pizzo sui busti, balze, ruche e plissé lungo le gonne, per l’Haute Couture dell’Atelier Pronovias la linea a sirena ha gonna svasata ed è confezionata in pizzo e tulle.
Un’altra tendenza che si è vista e che ci piace molto sono le asimmetrie. Abiti corti sul davanti e lunghi dietro, per chi vuol essere sbarazzina senza rinunciare al tradizionale strascico lungo.

Tornano le trasparenze sulla scollatura ricamata da decorazioni in tulle e pizzo, sulle braccia o sulle spalle, come se fosse una seconda pelle. Molto amata anche la fila di bottoncini sulla schiena ad effetto tattoo, scollature che incorniciano la schiena come quella a cuore che abbiamo visto di recente al matrimonio di Pippa Middleton.

Infine il Crop Top, già tendenza dello scorso anno si riconferma anche per questa stagione. La gonna a vita alta è abbinata ad un top corto, il crop top, che può essere molto sensuale se molto corto o castigato se non scopre nulla, bellissimi i modelli proposti da Reem Acra e Cristian Siriano Attenzione però, non è un abito adatto a tutte, ci vuole un fisico “bestiale” per poterlo indossare.
Queste dunque le principali tendenze per gli abiti da sposa 2018, i modelli proposti accontentano un po’ tutti i gusti, ora sta a voi decidere se essere romantica e tradizionale o straordinariamente sexy!

Il fenomeno degli Stocchisti di abbigliamento a Milano

stock-milano

Quello degli stock di abbigliamento è un fenomeno sempre più diffuso e conosciuto, in particolar modo nelle grandi città come Milano.

Specialmente in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, rifornirsi di abiti da uno stocchista specializzato è una scelta intelligente quanto lungimirante: i vestiti venduti dai migliori stocchisti di Milano infatti sono selezionati da professionisti che con frequenza si riforniscono di resi di magazzino e rimanenze accuratamente scelte, che permettono un continuo cambio delle proposte.

In ogni stagione dell’anno nuove firme di grandi marchi arrivano tra gli scaffali degli stocchisti, permettendo affari per tutte le tasche: i migliori brand e le case di alta moda diventano accessibili a un pubblico sempre più ampio.

Non è raro infatti fare affari acquistando capi di alta moda che, rimasti invenduti, possono essere comprati a prezzi decisamente inferiori al loro valore originale.

stocchisti-milano

A Milano in particolar modo le occasioni sono molto vantaggiose: uomo, donna e bambino dispongono di un’ampia scelta e rifare il proprio guardaroba a poco prezzo non rappresenta certo un problema.

Ma l’abbigliamento non è l’unica categoria di beni presenti nei migliori stock: tra accessori e calzature infatti si nascondono i must have degli anni passati, quei pezzi intramontabili che non passano mai di moda.

I capi che è possibile trovare negli stock abbigliamento a Milano inoltre offrono la sicurezza di vestiti in ottimo stato, che spesso arrivano direttamente dai magazzini di marchi di moda, di boutique raffinate e negozi di prestigio.

Se la qualità è la stessa, il risparmio è invece notevole: rivolgendosi agli stocchisti infatti si possono trovare capi ideati pochi mesi prima con prezzi notevolmente più bassi, che faranno felici gli appassionati di moda che vogliono allo stesso tempo coniugare l’attenzione all’estetica a quella per il risparmio.

 

Rossella Bussetti alla settimana della moda

Abbiamo salutato la settimana della moda a fine febbraio, ma l’invasione delle maschere a Milano continua imperterrita, parola di Rossella Bussetti! Eh già! Perché se prima si dovevano fare i conti con tutti quelli che pur di essere fotografati nella sezione Voguistas del rinomato fashion web site, ora ce la siamo dovuta vedere con delle giustificatissime maschere di Carnevale! Si, perché dopo Venezia e Viareggio il Carnevale è arrivato anche nel capoluogo lombardo che vede il centro città animarsi di carri allegorici, maschere e coriandoli! Bambini in tutti gli angoli ridono felici nei loro vestitini da dame e bucanieri, mentre i genitori li rincorrono disperati cercando di fare meno vittime possibili tra i passanti. Così ogni persona che decida di dirigersi verso Piazza Duomo a Milano nel sabato grasso, è d’obbligo che indossi una maschera o per i più un po’ timidi almeno un cerchietto con orecchie da leopardo! Ma se a Carnevale ogni scherzo (e travestimento) vale, allora anche la settimana della moda fa la stessa funzione? Tutti allerta: durante la settimana della moda, bando al buon gusto, buttatevi tutti nell’armadio e indossate un po’ quello che vi capita, tutto è concesso e più fantasie vi ritroverete addosso più possibilità avrete di finire su Internet! Ma allora la domanda sorge spontanea: se alla Fashion Week tutto è concesso, tanto vale spostare il tutto qualche tempo dopo in concomitanza con il Carnevale no? Ma forse, così, ci sarebbe troppa concorrenza da battere per entrare a far parte dei Voguistas! Meglio tenere i due momenti temporalmente separati, nonostante moralmente, coincidano!

http://rossellabussetti.blogspot.it/