Le vernici ignifughe e le loro qualità antincendio

Le vernici ignifughe sono un tipo di vernice così chiamate per via delle loro caratteristiche anti incendio che permettono, a chi ne fa uso, di poter dormire sogni tranquilli in quanto è sicuro delle proprie superfici in legno verniciate.

La vernice ignifuga riduce l’infiammabilità dei combustibili o ne ritarda la combustione in presenza di fiamme.

Tutto ciò include agenti chimici, ma può comprendere anche sostanze che agiscono attraverso l’azione fisica, quali il raffreddamento dei combustibili, quali schiume antincendio e gel ignifughi.

I rivestimenti ignifughi possono essere applicati ad un oggetto, come ad esempio un ritardante a spruzzo che serve ad impedire la combustione degli alberi di Natale. Le vernici ignifughe sono comunemente utilizzati per l’antincendio .

Gli incendi hanno danneggiato circa 400.000 abitazioni, e hanno causato danni per miliardi di euro nel solo 2014.

vernici ignifughe per legno

La combustione del legno si attesta intorno ai 200°- 250° C e la carbonizzazione varia, in termini di tempistiche, in base ai diversi tipo di legno:

– legno dolce: 0.65 mm/minuto;

– pannelli in derivati del legno: 0.9 -1.0 mm/minuto;

– legno duro (con densità 450 kg/mc): 0.5mm/minuto.

Utilizzare prodotti all’acqua in alternativa alle tradizionali vernici a solvente permette di ottenere vantaggi significativi:

  • minore o quasi nullo impatto ambientale
  • sensibile miglioramento dell’ambiente di lavoro per l’operatore in fase applicativa
  • prodotti vernicianti di elevata qualità, certificati e praticamente privi di emissioni in atmosfera

Data l’importanza della prevenzione, il ritardo negli incendi è diventato un settore molto importante, motivo per cui le diverse aziende che producono vernici ignifughe ogni anno investono parte dei propri utili nella ricerca di prodotti sempre più innovativi e infiammabili.

In generale,  le vernici ignifughe riducono l’infiammabilità dei materiali bloccando fisicamente il fuoco o avviando una reazione chimica che ferma il fuoco.

Ci sono diversi modi in cui il processo di combustione può ritardare grazie all’azione fisica del:

– Raffreddamento : Alcune reazioni chimiche in realtà raffreddano il materiale verso il basso. Formando uno strato protettivo che impediscono il materiale sottostante di accendere.

– Diluizione: Alcune vernici rilasciano acqua e/o anidride carbonica durante la combustione.

Caratteristiche delle vernici ignifughe per legno

Affinchè una vernice possa essere definita ignifuga e quindi riuscire a resistere e respingere il calore, rendendo il prodotto efficace ai fini della resistenza al fuoco, deve rispondere ai seguenti requisiti:

– facilità di applicazione durante le fasi della verniciatura;

– una manutenzione post verniciatura bassa e facile;

– elasticità e stabilità alle oscillazioni termiche;

– essere ripristinabile in qualunque momento in caso di manutenzione;

– essere in grado di mantenere inalterate le originali geometrie della struttura su cui la vernice è stata applicata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *