Caratteristiche del lavoro dell’ufficio stampa

Avete intenzione di affidare la vostra arte ad un ufficio stampa ma non ne sapete molto in merito a come lavorano e come funziona? Partiamo dal presupposto, che chi è un artista, a prescindere da cosa faccia e produca, è molto importante che affidi la sua comunicazione a professionisti del settore come gli addetti stampa.

Ma quali sono le cose da sapere in merito a questo lavoro così in voga attualmente e al contempo particolare? Scopriamolo.

1. Il lavoro dell’ufficio stampa richiede elasticità

Un addetto stampa ha spesso a che fare con una moltitudine di clienti ed altrettanti colleghi. Per questa ragione, il vostro addetto stampa non può non essere elastico nella mentalità. Di fatti, essere chiusi, fin troppo rigidi nei tempi ma anche nel modo di pensare, non porta a niente di buono in termini di comunicazione e risultati. Per cui, abbiate cura di scegliere addetti stampa professionali e competenti in questi termini.

2. Il lavoro dell’ufficio richiede tempo

Un ufficio stampa non si occupa di pubblicità ma di rendere migliore e professionale la vostra comunicazione o quella della vostra azienda verso l’esterno. Di fatti, se avete bisogno di promuovervi, forse dovreste semplicemente contattare un’agenzia di comunicazione, no? Un ufficio stampa vi rappresenta in tutto e per tutte: butta nero su bianco i testi per rappresentarvi, contatta giornalisti, vi difende in caso di problemi con l’esterno, vi promuove sui social o in qualsiasi altra piattaforma, e via dicendo. Insomma, vi rappresenta e lo fa nel migliore dei modi, in modo da farvi apparire al meglio in ogni vostro contatto verso l’esterno.

3. Il lavoro dell’ufficio stampa non ha orari


Se pensate che il lavoro dell’ufficio stampa abbia orari d’ufficio, vi sbagliate di grosso. In questo campo, non esistono orari fissi, e può capitare di trovarsi a contattare giornalisti ed agenzie anche durante i giorni festivi o la sera. Per questa ragione, vi consigliamo di scegliere un ufficio stampa Milano, Roma e così via, non così schematico in termini di orari di lavoro. In un contesto del genere, essere a disposizione del cliente sempre e comunque, è una prerogativa a cui è impossibile rinunciare. Per cui fate attenzione.

Cosa fare se un figlio è vittima di cyberbullismo? Dritte

Chi non ha mai sentito parlare di cyberbullismo, un fenomeno estremamente preoccupante? Spesso lo si confonde con il bullismo in senso stretto, tuttavia è un tipo di reato che ha a che fare principalmente con la rete. Si intendono tutte quelle serie di azioni come offese sul web, furti di identità, prese in giro che vengono perpetuate nel tempo e che soprattutto si accaniscono con una sola persona in particolare.

Le vittime preferite sono spesso i giovani più ingenui e gli adolescenti a modo loro particolari. Ma cosa può fare un genitore per evitare tutto ciò? Scopriamolo insieme in questa guida.

1. State attenti ad ogni segnale

Spesso, i cyberbulli ma anche le vittime passano inosservati poiché ci sono genitori spesso troppo poco attenti. Per questo vi raccomandiamo di prestare attenzione ad ogni segnale che inevitabilmente vostro figlio vi manda. Il ragazzo vi appare troppo nervoso, taciturno, non ha più voglia di andare a scuola, vi sembra spaventato? Allora probabilmente ci potrebbe essere qualche problema che ha a che fare proprio con il cyberbullismo. In modo diverso vale anche per i carnefici, spesso abili nel nascondere la propria attività meschina sulla rete. Insomma, state attenti e non lasciate nulla al caso. Solo così eviterete problemi in merito al cyberbullismo.

2. Siate vicini ai vostri figli

La vicinanza aiuta a far capire ai propri figli vittime di cyberbullismo che ci siete e che siete con loro a prescindere da qualsiasi cosa accada. Ovviamente non dovrete essere soffocanti: così facendo potreste generare un effetto contrario. Mettetevi ad ascoltare cosa hanno da dire i vostri ragazzi, prendete a cuore paure e preoccupazioni, non abbiate paura di sentire cosa hanno da dire. In questo modo i vostri figli si sentiranno protetti e non avranno timore a confidarsi con voi.

3. Aiutateli a denunciare


Solo con la denuncia è possibile dire basta alle attività di cyberbullismo. Chiedete aiuto a chi si occupa di assistenza legale cyberbullismo, recatevi presso gli organi competenti, chiedete supposto alla Polizia Postale, ma non fermatevi e aiutate i vostri figli a reagire. Una denuncia non serve solo a far uscire vostro figlio da questo problema ma anche ad evitare che ciò possa ripetersi con altra gente. Per cui, abbiate cura di denunciare sempre e comunque.

Come decorare una tavola per una cena romantica: consigli

Avete in programma una cena romantica ma non sapete come preparare al meglio la vostra tavola? Senza dubbio il momento della cena è davvero molto importante per chi desidera conoscere il proprio ospite un po’ meglio. Per questo è necessario stupirlo mettendo personalmente le mani in pasta e soprattutto curando ogni dettaglio per quanto concerne la preparazione della tavola.

Pertanto, se non avete la più pallida idea di dove iniziare, ecco qualche consiglio per una tavola splendida e al 100% romantica.

1. Servizio buono sì, ma non in modo esagerato

Sicuramente per una cena romantica sono assolutamente bandite le posate e i piatti di plastica. Tuttavia non dovete nemmeno utilizzare tutto il servizio della nonna, magari preso da grossisti argento. Cercate di raggiungere una via di mezzo, magari usando sì posate in argento ma anche servendovi di semplici piatti in ceramica, che abbelliti in modo raffinato ed elegante, possono davvero fare la loro meravigliosa figura.

2. Segnaposto ma… senza nome

Lo sappiamo, per una cena a due molto romantica non ha senso inserire il segnaposto, poiché i posti assegnati sono diciamo abbastanza intuitivi. Tuttavia, ricrearlo può comunque rappresentare un gesto romantico che il vostro invitato non potrà non prendere in considerazione. Mettete sul piattino una frase romantica, oppure poggiate un fiore, una penna o qualsiasi oggetto preferite. Ovviamente, assolutamente vietato scrivere il nome del vostro ospite in quanto potrebbe risultare un gesto alquanto ridicolo.

3. Mettete del pane ma in piccolo formato

Per evitare di trovarsi davanti ad una tovaglia colma di briciole di pane, mettete in tavola del pane in formato mini, più maneggevole e facile da mangiare e consumare. In questo modo potrete soddisfare chi ama accompagnare le pietanze col pane e chi invece non desidera usarlo nemmeno.

4. Un segreto: usate i piatti grandi

In ultimo, per quanto concerne i piatti, usate quelli in formato più grande, in modo da abbellire le pietanze anche con decorazioni piuttosto romantiche. Inoltre, lo spazio del piatto grande fa sembrare i cibi presentati molto più sostanziosi e ricchi. Insomma, un segreto alla vista che può rendere ancor più bella la presentazione del vostro menu.

3 idee per arredare un giardino

Arredare il proprio giardino può rivelarsi un’attività rilassante e divertente a cui dedicarsi nel tempo libero.

Rendere l’ambiente esterno unico e accogliente, usando la propria creatività, può risultare soddisfacente oltre che utile.

Tutto quello che bisogna fare è riuscire a trovare delle valide soluzioni semplici, funzionali e possibilmente economiche.

Una particolare attenzione ai dettagli può rivelarsi fondamentale per non scivolare su sciocchezze che rischiano di renderlo poco accogliente ed elegante.

Dalle piante alle poltrone, tutto merita uno studio finalizzato a rendere armonioso il proprio giardino in poche semplici mosse da porre in essere senza un eccessivo dispendio di tempo, di forze e di denaro.

Ebbene, tutto ciò che occorre è tenere a mente pochi utili consigli per riuscire nel proprio intento.

 

Le idee fai da te per decorare il proprio giardino

 

arredo giardino on line Decorare il proprio giardino può costituire indubbiamente un’occasione per affinare le proprie capacità con il fai da te.

Innanzitutto, un modo efficace per cambiarlo in maniera visibile è l’introduzione di sentieri e percorsi.

Per fare ciò, si può scegliere tra tanti materiali, come la pietra, la ghiaia o il legno che resta la soluzione più originale.

Inoltre, per il divertimento dei più piccoli, posizionare un’altalena diventa l’idea vincente.

Facile da costruire, è necessario semplicemente procurarsi legno e corda.

Se, in più, si possiede un forte amore per gli animali, si potrebbe ben pensare di trasformare una vecchia fontana in un abbeveratoio per uccelli.

Per chi adora i fiori, un’intelligente idea da considerare è far diventare il lavandino del bagno una vera e propria fioriera.

Infine, come si sa bene, talvolta all’esterno è difficile trovare ombra e riparo.

Pertanto, si dovrebbe decidere di utilizzare un normalissimo ombrello come un ombrellone da tavolo.

 

Come arredare il giardino nei mesi invernali

 

In inverno, è importante rendere il proprio giardino un luogo caldo ed accogliente, oltre che confortevole ed elegante.

Questo perché esso diviene il luogo in cui rilassarsi, dove leggere un libro in tranquillità o passare del tempo con la propria famiglia.

Ferro, vimini e legno sono i tre tipi di materiali principali per l’arredamento dell’ambiente esterno, che dovrà necessariamente richiamare quello interno.

Per uno stile classico, si propenderà sicuramente per il ciliegio o il noce; invece, per uno industriale si sceglierà il bambù o l’iroko.

Inoltre, il legno sbiancato verrà utilizzato per realizzare uno stile country provenzale e chic da far accompagnare da ceramiche di Vietri dipinte a mano.

In conclusione, poltrone e pouf in vimini andranno a completare il tutto qualsiasi sia lo stile scelto.

 

Le piante: un elemento irrinunciabile

 

Tuttavia, bisogna ricordare che, anche se il giardino è coperto, le piante non possono mai mancare.

Se si dispone di una parete apposita, non si può non pensare all’edera che, con i suoi colori, riesce a regalare vivacità in ogni periodo dell’anno.

Per quanto concerne gli angoli, si potrebbero posizionare dei piccoli alberi come, ad esempio, un arancio o un limone, i quali non richiedono cure specifiche, ma riescono a fornire continuamente degli ottimi frutti.

Come scegliere il proprio dentista: a cosa fare attenzione

Avete bisogno di recarvi presso un dentista Maglie, Roma o qualsiasi altra città d’Italia, ma non sapete dove andare? Scegliere il proprio dentista può considerarsi un’impresa davvero ardua: non è facile, infatti, capire qual è il miglior professionista a cui affidare la salute della propria bocca. Ebbene, per risolvere questo problema abbiamo deciso di aiutarvi noi. Come? Dandovi giusto qualche consiglio su cosa valutare e tenere a mente quando si scegliere il proprio dentista di fiducia, per non sbagliare e con prendere decisioni sbagliate.

1. Controllate sempre l’igiene

Per un dentista, l’igiene deve essere una cosa fondamentale. Questo perché ne va della salute dei propri pazienti, oltre che della sua professionalità. Nel momento in cui vi recate a prendere un appuntamento, oppure proprio al momento della visita, cercate di vedere quanto e come il dentista rispetta tutte le norme igieniche. Ponetevi queste domande: i bisturi sono sterilizzati e sigillati in confezioni di plastica? Lo studio è pulito? Il professionista usa guanti e mascherina? Se ad almeno una delle domande la risposta dovesse essere no, allora vi conviene scappare a gambe levate!

2. Il dentista vi spiega tutto in modo chiaro?

Un perfetto dentista non può non essere chiaro nelle diagnosi e nelle spiegazioni ai suoi pazienti. Questo perché è proprio diritto del paziente conoscere che cosa ha e soprattutto cosa farà il dentista per risolvere il problema. Se il professionista vi sembra alquanto evasivo, poco chiaro, estremamente generico nelle sue esposizioni, potrebbe esserci qualcosa che non va. Per cui avete due strade: o continuate a chiedergli spiegazioni, oppure anche in questo caso scappate via di corsa!

3. Il dentista scelto è dentista per davvero?

Può sembrare fantascienza, ma capita molto spesso di trovarsi davanti a dentisti millantatori e nemmeno laureati. Un ottimo dentista deve essere laureato in Odontoiatria e specializzato presso un’università riconosciuta in Italia. Ed è tenuto a mostrare il suo certificato di laurea qualora venga richiesto dal paziente. Nel caso in cui non sia presente nel suo studio dentistico, potrebbe esserci qualcosa sotto. Nel dubbio, potete anche fare le dovute ricerche, per vedere perlomeno se il professionista o presunto tale, è iscritto all’Albo. Giusto per stare più tranquilli e per sapere se il dentista prescelto è affidabile o meno.

Come scegliere l’olio di oliva perfetto: cosa guardare

Scegliere l’olio extravergine di oliva può rivelarsi davvero complicato, soprattutto se si desidera acquistare un prodotto di altissima qualità. Questo perché il commercio offre davvero tante tipologie di olio, per tutti i gusti e le fasce di prezzo, per cui è davvero difficile riuscire a capire qual è quello migliore per noi.
Tuttavia, non si tratta certamente di una cosa impossibile. Ecco qui di seguito alcuni consigli molto pratici per scegliere al meglio l’olio di oliva perfetto per le vostre esigenze.

1. Controllate il prezzo

Può sembrare una cosa alquanto strana, ma una delle prime cose da fare quando si compra l’olio di oliva è controllare il suo prezzo. Questo perché è un fattore importante che può suggerire quanto quel prodotto è realmente valido o no. Di solito, un buon olio di oliva ha un costo superiore rispetto a tanti altri per via della sua produzione onerosa e duratura. Per cui, se vi trovate davanti un olio decisamente economico e dal prezzo quasi stracciato, forse sarebbe meglio evitare di acquistarlo e ripiegare con altri prodotti altrove.

2. Guardate la data di produzione

Un ottimo olio di oliva deve essere consumato non oltre i 18 mesi dall’imbottigliamento. Se leggendo la data sull’etichetta, vi sembra che l’olio sia decisamente troppo vecchio, meglio abbandonare subito il suo acquisto. Vi potreste, infatti, trovare davanti un olio rancido e decisamente troppo vecchio sia per la sua consumazione a crudo che nella cottura dei piatti.

3. Attenzione al colore

L’olio non ha una colorazione sempre uguale alle altre poiché tutto dipende dal tipo di oliva spremuta ma anche dal filtraggio ( se è stato fatto o meno). In questo caso ovviamente tutto dipende dal produttore. Tuttavia, ciò che vi consigliamo è di evitare oli dai colori troppo scuri e tendenti al marrone o al rame in quanto potrebbero non essere così buoni. Meglio preferire quelli più gialli o dai colori più torbidi. In questo caso, fatevi consigliare da chi si occupa di vendita olio extravergine di oliva per riuscire a trovare quello giusto per voi.

Farmacie online: perché acquistare farmaci sul web

Dal 1 Luglio 2018 è possibile acquistare farmaci on line. Sono molte le farmacie online in Italia, che hanno un sito web attraverso il quale vendono i loro prodotti.

Ma, qual è il vantaggio di acquistare on line? Quali sono le farmacie online affidabili? Scopriamolo con questo articolo!

Acquistare farmacie online: i vantaggi

Tra i vantaggi di acquistare in una farmacia online c’è sicuramente la possibilità di trovare un integratore o un prodotto specifico non reperibile in alcun negozio presente in città.

Altro aspetto positivo da considerare è quello di avere un enorme catalogo, disponibile 24 ore. Per questo motivo, non bisogna attendere l’apertura della farmacia per acquistare ciò che si desidera o è indispensabile

Farmacie online: quali farmaci è possibile acquistare?

Sulle farmacie online autorizzate e sicure è possibile acquistare i farmaci senza obbligo di ricetta medica, che si suddividono in due categorie:

  • Farmaci senza obbligo di prescrizione (SOP), che possono essere acquistati senza ricetta (su consiglio del farmacista), ma non possono essere sponsorizzati o pubblicizzati, a differenza dei farmaci da banco.
  • I farmaci da banco (OTC) sono farmaci di automedicazione, che non necessitano obbligo di prescrizione medica. I farmaci da banco sono quelli che vengono utilizzati per curare disturbi di lieve entità, come febbre o mal di testa, e non sono rimborsabili dal Servizio Sanitario Nazionale.

http://www.lemierecensioni.com/salute-e-medicina/farmacie-online-perche-acquistare-farmaci-sul-web/

Farmacie online: come distinguere quelle autorizzate da quelle non affidabili

La prima cosa da fare per verificare se il sito di una farmacia o parafarmacia online è autorizzato e sicuro bisogna consultare l’elenco ufficiale dei soggetti autorizzati al commercio online di medicinali.

Sul pagina dedicata del Ministero della Salute si può effettuare una ricerca per:

  • Regione, Provincia o Comune
  • Tipologia: Farmacia o Esercizio Commerciale
  • Indirizzo web (URL)
  • Denominazione/ Ragione Sociale

Per ogni soggetto ricercato viene fornita la denominazione e l’indirizzo del negozio fisico, le informazioni relative al soggetto giuridico e il sito web. Sulla stessa scheda, alla voce informazioni di dettaglio, è possibile ottenere il documento di autorizzazione all’attività di commercio on-line.

Farmacie autorizzate : negozio fisico

Le farmacie e parafarmacie autorizzate a vendere i farmaci online, attraverso un proprio e-commerce, devono avere obbligatoriamente un esercizio commerciale fisico sul territorio italiano autorizzato dalle autorità competenti.

I farmaci presenti su siti con sede all’estero non possono essere acquistati in Italia, perché è proibita l’introduzione di farmaci non dotati di un foglietto illustrativo in lingua italiana.

Farmacie affidabili: Il bollino di sicurezza

Il bollino di sicurezza indica che il sito web è autorizzato alla vendita dei farmaci online, perché non solo è obbligatorio, ma rimanda, tramite link, all’elenco dei soggetti autorizzati alla vendita online presente sul sito del Ministero della Salute.

Ma, se una farmacia o una parafarmacia hanno intenzione di vendere online soltanto articoli che non sono farmaci, come integratori e cosmetici, non hanno bisogno di alcuna autorizzazione e non sono obbligati a riportare il logo.

http://www.lemierecensioni.com/salute-e-medicina/farmacie-online-perche-acquistare-farmaci-sul-web/

 

Farmacie online: le migliori dove acquistare senza problemi

Farmaregno

Farmacie-online-perché-acquistare-online

Via Farmaciaonline

Farmacie- on line - perché - acquistare - farmaci- online

Farma Sconto

Farmacie- on line - perché - acquistare - farmaci- sul -web

Farmacia del Borrello

Farmacie- online - perché - acquistare - farmaci- sul -web

Farmacia Cortaccia – Livello salute

Farmacie- online - perché - acquistare - farmaci- on-line

Farmacia Citta Vitipeno Pharmida

Farmacie- online - perché- acquistare-farmaci- on line

Pharmaville

Farmacie-on line-perché-acquistare-online

Farmacia San Giorgio – Farmaviva

Farmacie- on-line - perché- acquistare-farmaci- online

Farmarubino

Farmacie-on line-perché-acquistare-onlineDe Leo Rosario pharmasi

Farmacie- online - perché- acquistare-farmaci- on line

Guida ai mobiletti per il bagno classici

La stanza del bagno è una delle più importanti di tutta la casa, anche se spesso viene arredata in maniera superficiale e senza troppa attenzione.

La disposizione dei sanitari deve essere fatta in un certo modo, affinché aprendo la porta non ci si trovi davanti il WC.

I mobiletti per il bagno classici sono sempre una buona idea perché con le loro linee semplici ed essenziali, danno un tocco di stile alla stanza.

 

Arredo per il bagno classico

 

Con le loro linee barocche, i mobiletti per il bagno classici danno un tocco di eleganza e raffinatezza alla stanza.

Scegliere un mobile in stile classico, con un bello specchio ampio permette di dare al bagno un aspetto formale e ricercato.

Le linee morbide dell’arredamento classico rendono solenne l’aspetto di tutta la casa.

Scegliere dei mobiletti per il bagno classici è sempre una buona idea, anche se per esempio avete scelto uno stile moderno per il resto dell’appartamento.

Il contrasto darà maggiore personalità alla vostra casa perché entrando in bagno potrete respirare un’aria, sorprendendovi con un arredamento differente dal resto della casa ma senza che per questo risulti fuori luogo.

 

I mobili da bagno classici in un contesto moderno

 

Usare dei mobiletti per il bagno classici accostati magari a dei sanitari dal design moderno, può essere un’idea in grado di rendere originale la stanza.

Spesso l’accostamento di due stili molto differenti è uno degli elementi migliori per rendere unica una stanza o l’intera casa.

Optare per dei mobiletti per il bagno classici, magari in stile barocco con inserti in ottone o oro è un’idea geniale per impreziosire una stanza spesso bistrattata come quella del bagno.

Se in casa possedete più bagni potreste giocare inserendo elementi tradizionali in entrambi.

Ad esempio in uno potreste mettere ei mobiletti per il bagno classici con un ampio specchio, mentre in un altro potreste optare per arredi moderni ma sanitari dallo stile retrò.

 

Perché scegliere degli arredi classici per il bagno

 

Nel momento della scelta degli arredi per il vostro bagno, optate per i mobiletti per il bagno classici e andrete sul sicuro.

Questi complementi d’arredo impreziosiranno in maniera eccezionale il vostro bagno.

Scegliete dei mobili magari decorati con foglie in rilievo in oro, tipici elementi scenici e raffinati capaci di rendere prezioso ogni ambiente della casa, bagno compreso.

Il legno è il materiale migliore per i mobiletti per il bagno classici, quindi scegliete arredamenti realizzati interamente in legno, meglio ancora se fatti realizzare su misura.

Recandovi da un professionista del settore potrete creare il vostro mobiletto per il bagno ideale, scegliendo lo stile e le decorazioni.

Far realizzare dei mobiletti per il bagno classici da un artigiano contribuirà ad accrescere il valore dell’arredamento del vostro bagno.

Presso il vostro falegname di fiducia potrete scegliere il tipo di legno, gli intarsi da realizzare, la finitura e il colore da dare al vostro mobiletto così da adattarlo anche ai rivestimenti e ai pavimenti usati per il bagno.

Non dimenticate di aggiungere una specchiera ampia e dalle linee morbide, curve per dare armonia a tutto l’ambiente.

Come fare pubblicità ad un’azienda: 3 strade da prendere

Rendere più popolare la propria azienda può non essere così semplice. Sono tante, infatti, le dinamiche da tenere in considerazione: il proprio business, il proprio target di riferimento, la “piazza” sui si lavora, e così via. Tuttavia, esistono degli strumenti molto utili ed efficaci per riuscire in breve tempo a farsi conoscere tra chi non sa nulla di noi.
Ebbene, ma di quali strumenti stiamo parlando? Continuate a leggere questa guida per scoprirlo.

1. Create un sito web

Il sito web viene spesso definito il biglietto da visita di un cliente. Questo perché permette di farsi conoscere a chiunque e senza nessun tipo di distinzione alcuna. Ovviamente, se fatto bene, può rappresentare una sorta di jolly per accrescere la propria popolarità. Ma come deve essere un sito per essere definito ottimo? Innanzitutto deve apparire chiaro, navigabile, leggibile, ordinato e soprattutto deve far evincere tutti i pregi e i prodotti di punta che vendete. Inoltre, deve contenere un menù a tendina, una pagina contatti approfondita e soprattutto una pagina dove far scrivere ad ogni utente opinioni e recensioni.

2. Usate volantini e depliant

I volantini permettono di diffondere il vostro nome tra passanti e gente che non conosce praticamente nulla di voi. In questo caso, basterà renderli graficamente accattivanti, informativi e soprattutto facili da ripiegare e maneggiare. Il nostro consiglio è sempre quello di affidarvi a degli esperti in stampa depliant e volantini per evitare giustappunto di commettere degli errori. Un altro consiglio ancora? Cercate di rendere i vostri volantini originali, mai visti, estrosi: così facendo riuscirete ad incuriosire chiunque voglia saperne di più su di voi.

3. Realizzate degli spot televisivi

Se avete a disposizione un grosso budget, allora vi consigliamo di realizzare degli spot da mandare in onda in tv. Questi hanno il vantaggio di essere davvero molto utili in termini di pubblicità e visibilità. L’unico problema è forse il costo, davvero sostanzioso e non indifferente. In questo caso, evitate di realizzare degli spot televisivi low cost: meglio spendere un po’ di più ma comunque usufruire di un prodotto davvero vincente.

Come non cedere alla tentazione di fumare: 3 rimedi

Dire una volta per tutte addio alla sigaretta può non essere semplice. C’è chi si aiuta con prodotti per smettere di fumare, chi fa tutto da solo e chi invece necessita anche di un vero supporto psicologico. Ciò che accomuna ogni ex fumatore, però, è la voglia di non ricascarci più per nessuna ragione al mondo.
Ebbene, ma come fare a non cade più in tentazione e abbandonare il tabagismo per davvero? Ecco qui di seguito qualche consiglio efficace da applicare.

1. Non frequentate luoghi per fumatori

Quando si è dipendenti dal fumo, anche solo respirare da lontano quell’odore può indurre a ricascarci di nuovo. Per far sì che ciò non accada, evitate per quanto possibile luoghi frequentati da fumatori. Provate a recarvi solo in posti nella quale il fumo è bandito o dove comunque sapete che il rischio di trovarvi davanti ad una sigaretta è molto basso. Sarebbe bene, anche, evitare di frequentare conoscenti e/o amici che fumano: non parliamo chiaramente di chiudere ogni rapporto ma di evitare uscite o impegni per un certo periodo con persone che potrebbero comunque fumare davanti a voi.

2. Buttate oggetti che vi riconducono al fumo

Il fumo non è solo composto dalla sigaretta. Esistono, infatti, una serie di oggetti che riconducono al gesto del fumare. Tra questi, ci sono gli accendini, i posaceneri, le caramelle contro l’odore di fumo e così via. Ebbene, un buon passo per cambiare vita potrebbe essere quello di gettar via ogni oggetto legato al fumo, in modo da non trovarvelo costantemente davanti e non aver paura di cedere alla tentazione. Così facendo, sarà molto più semplice non pensar più alla dannata sigaretta.

3. Colmate l’abitudine di fumare con qualcos’altro

Il fumo, più che un piacere, spesso diventa semplicemente un’abitudine a cui diventa molto difficile rinunciare. Per evitare tentazioni, cercate di colmare quel momento di pausa o quel gesto abitudinario con qualcos’altro. Nel momento in cui, arriva l’ora fatidica della sigaretta, cominciate a fare altro come una bella passeggiata, esercizi di respirazione e così via. Se la voglia è impellente, masticate un po’ di salvia oppure delle caramelle, che vi permettano di distrarvi e aver qualcosa in bocca di più salutare. Insomma, colmate il vuoto della sigaretta facendo altro e ne gioverete anche in termini di benessere psicologico oltre che fisico.