SISTRI al via

Lo scorso 03 marzo 2014, è partito nuovamente il SISTRI per tutti gli enti e le imprese produttori di rifiuti pericolosi.

Con il DDL “Milleproroghe” sono stati:

– posticipata al 31 dicembre 2014 l’applicazione dell’attuale regime “cartaceo”, basato su registri di carico/scarico e formulari di trasporto;

– posticipato di conseguenza il relativo regime sanzionatorio.

E’ stata invece confermata la partenza dell’operatività del sistema dal 3 marzo 2014 per i produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi, nonché i Comuni e le imprese di trasporto di rifiuti urbani (pericolosi e non) della Regione Campania

Si ricorda che per “enti o imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi” si intendono i soggetti che, in relazione alla loro attività professionale, producono rifiuti speciali pericolosi.

Non rientrano nella previsione normativa i produttori iniziali di rifiuti urbani, ancorché pericolosi.

Inoltre, sulla base della Circolare n. 1 del 31 ottobre 2013, da tale obbligo debbano essere esclusi i produttori iniziali che non sono organizzati in enti o imprese.

Che cosa fare?

I passaggi fondamentali sono quantomeno 3:

–        Iscrizione

–        Verifica di funzionalità

–        Allineamento dati anagrafici

–        Allineamento giacenze

Vedi un approfondimento: http://www.ambientesicurezzanews.it/amb/avvio-del-sistri-03-marzo-2014.php

I nostri servizi: http://www.matteomelli.it/ambiente/consulenza-ambientale-sistri.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *