Ferro da stiro Stirabella Kooper 2000 con caldaia

La piastra antiaderente di alluminio scivola sui i miei vestiti, ed oggi stiro senza fatica, anche ad arrivare nello stirare i punti più difficoltosi grazie alla punta affusolata, del ferro da stiro con caldaia Stirabella Kooper 2000.
Il influsso del vapore leva tutte le pieghe, anche le più difficili.

Il ferro da stiro Stirabella Kooper 2000 con caldaia ottimo per seta e lino

Prima i tessuti particolari come il lino e la seta li portavo in lavanderia. Poiché non venivano mai bene, passavo la piastra di un ferro normale più volte su queste stoffe…ma senza nessun risultato, …oggi invece, una passata e via. Ogni qualità di fibra è stirata in modo eccellente con il ferro da stiro con caldaia Stirabella Kooper 2000.

Ho conosciuto il ferro con caldaia sul sito esconti.it, dove ho già acquistato vari prodotti e devo dire la verità oltre alla varietà di articoli che vendono sul sito, anche il servizio di pagamento e di consegna dei prodotti è ottimo.

Ferro da stiro Stirabella Kooper 2000 con caldaia

Lo spazioso serbatoio di 800 ml assicura durevoli fasi di stiratura.
I tuoi indumenti, dopo ogni stiratura, si mostreranno come nuovi preparati ad essere indossati.

La piastra del ferro da stiro Stirabella Kooper 2000 con caldaia è in acciaio ed con il disco del controllo temperatura potrete regolare la forza del calore in base ai vari tipi di tessuto, logicamente anche il ferro da stiro che ho comprato su esconti.it ha la funzione spray, nel momento di stiratura, che potete adoperare quando necessità il vostro indumento, in questo modo avrete qualsiasi stoffa morbida e risparmiate corrente elettrica.



Particolarità del ferro da stiro Stirabella Kooper 2000 con caldaia


– Piastra antiaderente in alluminio
– Manico in sughero
– Disco controllo della grado di calore del ferro
– Pulsante del vapore
– Stiratura a vapore e a secco
– Attività vapore verticale
– Tasto avvio caldaia con led luminoso
– Tasto avvio ferro con segnalatore luminoso
– Regolazione temperatura caldaia
– Tappo caldaia con valvola di sicurezza
– Supporto ferro con gommini antiscivolo
– Nella confezione vi è il misurino e imbuto
– Voltaggio: 220-240 V
– Potenza: 50 Hz
– Capacità serbatoio: 800 ml
– Pressione: 2-5/3 bar
– Lunghezza vaco: 2 metri
– Caldaia: l. 30 x p. 24 x h. 13,5 cm
– Ferro da stiro: l. 28 x p. 10,5 x h. 15 cm

Caratteristiche del lavoro dell’ufficio stampa

Avete intenzione di affidare la vostra arte ad un ufficio stampa ma non ne sapete molto in merito a come lavorano e come funziona? Partiamo dal presupposto, che chi è un artista, a prescindere da cosa faccia e produca, è molto importante che affidi la sua comunicazione a professionisti del settore come gli addetti stampa.

Ma quali sono le cose da sapere in merito a questo lavoro così in voga attualmente e al contempo particolare? Scopriamolo.

1. Il lavoro dell’ufficio stampa richiede elasticità

Un addetto stampa ha spesso a che fare con una moltitudine di clienti ed altrettanti colleghi. Per questa ragione, il vostro addetto stampa non può non essere elastico nella mentalità. Di fatti, essere chiusi, fin troppo rigidi nei tempi ma anche nel modo di pensare, non porta a niente di buono in termini di comunicazione e risultati. Per cui, abbiate cura di scegliere addetti stampa professionali e competenti in questi termini.

2. Il lavoro dell’ufficio richiede tempo

Un ufficio stampa non si occupa di pubblicità ma di rendere migliore e professionale la vostra comunicazione o quella della vostra azienda verso l’esterno. Di fatti, se avete bisogno di promuovervi, forse dovreste semplicemente contattare un’agenzia di comunicazione, no? Un ufficio stampa vi rappresenta in tutto e per tutte: butta nero su bianco i testi per rappresentarvi, contatta giornalisti, vi difende in caso di problemi con l’esterno, vi promuove sui social o in qualsiasi altra piattaforma, e via dicendo. Insomma, vi rappresenta e lo fa nel migliore dei modi, in modo da farvi apparire al meglio in ogni vostro contatto verso l’esterno.

3. Il lavoro dell’ufficio stampa non ha orari


Se pensate che il lavoro dell’ufficio stampa abbia orari d’ufficio, vi sbagliate di grosso. In questo campo, non esistono orari fissi, e può capitare di trovarsi a contattare giornalisti ed agenzie anche durante i giorni festivi o la sera. Per questa ragione, vi consigliamo di scegliere un ufficio stampa Milano, Roma e così via, non così schematico in termini di orari di lavoro. In un contesto del genere, essere a disposizione del cliente sempre e comunque, è una prerogativa a cui è impossibile rinunciare. Per cui fate attenzione.

Cosa fare se un figlio è vittima di cyberbullismo? Dritte

Chi non ha mai sentito parlare di cyberbullismo, un fenomeno estremamente preoccupante? Spesso lo si confonde con il bullismo in senso stretto, tuttavia è un tipo di reato che ha a che fare principalmente con la rete. Si intendono tutte quelle serie di azioni come offese sul web, furti di identità, prese in giro che vengono perpetuate nel tempo e che soprattutto si accaniscono con una sola persona in particolare.

Le vittime preferite sono spesso i giovani più ingenui e gli adolescenti a modo loro particolari. Ma cosa può fare un genitore per evitare tutto ciò? Scopriamolo insieme in questa guida.

1. State attenti ad ogni segnale

Spesso, i cyberbulli ma anche le vittime passano inosservati poiché ci sono genitori spesso troppo poco attenti. Per questo vi raccomandiamo di prestare attenzione ad ogni segnale che inevitabilmente vostro figlio vi manda. Il ragazzo vi appare troppo nervoso, taciturno, non ha più voglia di andare a scuola, vi sembra spaventato? Allora probabilmente ci potrebbe essere qualche problema che ha a che fare proprio con il cyberbullismo. In modo diverso vale anche per i carnefici, spesso abili nel nascondere la propria attività meschina sulla rete. Insomma, state attenti e non lasciate nulla al caso. Solo così eviterete problemi in merito al cyberbullismo.

2. Siate vicini ai vostri figli

La vicinanza aiuta a far capire ai propri figli vittime di cyberbullismo che ci siete e che siete con loro a prescindere da qualsiasi cosa accada. Ovviamente non dovrete essere soffocanti: così facendo potreste generare un effetto contrario. Mettetevi ad ascoltare cosa hanno da dire i vostri ragazzi, prendete a cuore paure e preoccupazioni, non abbiate paura di sentire cosa hanno da dire. In questo modo i vostri figli si sentiranno protetti e non avranno timore a confidarsi con voi.

3. Aiutateli a denunciare


Solo con la denuncia è possibile dire basta alle attività di cyberbullismo. Chiedete aiuto a chi si occupa di assistenza legale cyberbullismo, recatevi presso gli organi competenti, chiedete supposto alla Polizia Postale, ma non fermatevi e aiutate i vostri figli a reagire. Una denuncia non serve solo a far uscire vostro figlio da questo problema ma anche ad evitare che ciò possa ripetersi con altra gente. Per cui, abbiate cura di denunciare sempre e comunque.

Come decorare una tavola per una cena romantica: consigli

Avete in programma una cena romantica ma non sapete come preparare al meglio la vostra tavola? Senza dubbio il momento della cena è davvero molto importante per chi desidera conoscere il proprio ospite un po’ meglio. Per questo è necessario stupirlo mettendo personalmente le mani in pasta e soprattutto curando ogni dettaglio per quanto concerne la preparazione della tavola.

Pertanto, se non avete la più pallida idea di dove iniziare, ecco qualche consiglio per una tavola splendida e al 100% romantica.

1. Servizio buono sì, ma non in modo esagerato

Sicuramente per una cena romantica sono assolutamente bandite le posate e i piatti di plastica. Tuttavia non dovete nemmeno utilizzare tutto il servizio della nonna, magari preso da grossisti argento. Cercate di raggiungere una via di mezzo, magari usando sì posate in argento ma anche servendovi di semplici piatti in ceramica, che abbelliti in modo raffinato ed elegante, possono davvero fare la loro meravigliosa figura.

2. Segnaposto ma… senza nome

Lo sappiamo, per una cena a due molto romantica non ha senso inserire il segnaposto, poiché i posti assegnati sono diciamo abbastanza intuitivi. Tuttavia, ricrearlo può comunque rappresentare un gesto romantico che il vostro invitato non potrà non prendere in considerazione. Mettete sul piattino una frase romantica, oppure poggiate un fiore, una penna o qualsiasi oggetto preferite. Ovviamente, assolutamente vietato scrivere il nome del vostro ospite in quanto potrebbe risultare un gesto alquanto ridicolo.

3. Mettete del pane ma in piccolo formato

Per evitare di trovarsi davanti ad una tovaglia colma di briciole di pane, mettete in tavola del pane in formato mini, più maneggevole e facile da mangiare e consumare. In questo modo potrete soddisfare chi ama accompagnare le pietanze col pane e chi invece non desidera usarlo nemmeno.

4. Un segreto: usate i piatti grandi

In ultimo, per quanto concerne i piatti, usate quelli in formato più grande, in modo da abbellire le pietanze anche con decorazioni piuttosto romantiche. Inoltre, lo spazio del piatto grande fa sembrare i cibi presentati molto più sostanziosi e ricchi. Insomma, un segreto alla vista che può rendere ancor più bella la presentazione del vostro menu.