Il turismo salentino non è solo mare: le bellezze di Lecce

vacanze in Salento

Da diversi anni a questa parte, il Salento è diventato un brand turistico tra i più riconosciuti e apprezzati; una realtà che in estate accoglie migliaia di turisti provenienti da tutta Italia e che si accende per tre mesi l’anno. In realtà, però, il Tacco d’Italia non vice di sole spiagge e offre una serie di attrattive perfette a sospingere un turismo svincolato dalle logiche stagionali.

Fiore all’occhiello di un turismo alternativo, meno vitato all’appariscenza dei paesaggi e più legato alle suggestioni d’arte, è Lecce, capoluogo e punto di riferimento della dimensione salentina. Pernottare in un b&b con piscina Lecce nel centro storico, nel cuore della storia del posto, significa trascorrere una vacanza diversa, seducente e disponibile per dodici mesi l’anno.

Arte barocca

Lecce è, prima di tutto, arte barocca. A partire dal ‘500 e fino al XVIII secolo, la città si è trasformata: dapprima il regno di Napoli, poi venne la dominazione spagnola di Carlo V, quindi quella austriaca. Ogni passaggio ha lasciato traccia e reso Lecce un mosaico di arti e culture che si commistionano sul tessuto urbano della città. Espressione massima sono la Basilica di Santa Croce e il Duomo, entrambi risalenti all’epoca settecentesca.

Tradizioni culinarie

Lecce è anche terra di sapori unici che traggono origine da un retaggio contadino che era sinonimo di povertà e che oggi diventano esaltazione della genuinità, si fanno gusto per ciò che sa essere sano ma anche ricco di sapore, a cui si accompagna una tradizione dolciaria eccellente e che ha nel pasticciotto leccese la propria bandiera più nota.

Musica

Lecce è anche patria di musica, accoglie istanze di vario genere e che traggono spunto dalla musica popolare, quella pizzica che tanto ha saputo sedurre la gente del posto e i turisti; si mescolano sonorità balcaniche, cantautorato e stornelli, reggae, rock e filastrocche: artisti di strada, band e dj set si alternano per le strade della città, e fanno cantare e ballare gente di tutte le età.

Gli e-commerce cambieranno il concetto di consumo?

In principio furono Amazon, E-bay, pionieri di un modello rivoluzionario di gestire il rapporto tra venditore e acquirente. In una società in cui la gente si approcciava al web con la stessa diffidenza con cui i primi uomini della pietra si avvicinava al fuoco, spaventati e incuriositi da un affascinante mistero qual era il mercato virtuale. Nell’arco di un ventennio, la crescita del commercio elettronico è andata di pari passo con quella dell’utente, ieri scettico e refrattario al cambiamento, oggi sempre più a proprio agio con una tecnologia che è parte integrante e imprescindibile della nostra quotidianità.

Cambia il mondo e noi con lui

Oggi la storia racconta tutt’altro: se, in principio, sono stati gli innovatori del settore a lavorare per scalfire il velo di diffidenza da parte degli utenti, ora sono questi ultimi a richiedere a gran voce sempre più servizi fruibili tramite piattaforme elettroniche. La mancanza di tempo, l’abbattimento delle barriere commerciali, il desiderio di scegliere tra un ventaglio di alternative il più ampio e concorrenziale possibile hanno già portato a una trasformazione del commercio. La gente ha fiducia nel progresso e nella tecnocrazia commerciale, è più smaliziata e digitalizzata.

Semplicità nei pagamenti e alternative infinite

Così, oggi non vi è merce che non possa essere selezionata, pagata e recapitata tramite bit. L’e-commerce ha saputo estendersi all’industria dell’editoria, a quella dei trasporti, del cibo; è possibile prenotare torte a domicilio, personalizzare l’arredamento di casa, prenotare un passaggio senza dover scomodare il servizio di taxi. Il consumatore ha già trasformato le proprie strutture mentali di pari passo alle nuove piattaforme, in una dinamica di reciproca influenza: l’utente cambia in relazione alle strutture tecnologiche che lo assistono, queste ultime analizzano il comportamento della gente e si modellano in relazione ad esse.

Siamo nel cuore di un cambiamento che oggi produce lo sforzo massimo, grazie anche a una rivoluzione del sistema dei pagamenti elettronici: la sicurezza resta una questione prioritaria, ma che viene gestita in maniera sempre più performante. Non solo maggior semplicità ma anche nuovi principi, che vanno verso la trasparenza, l’istantanietà e la tutela dei dati, in un processo che appare ancora lontano dall’esprimere al massimo il proprio gigantesco potenziale.

Cene aziendali firmate: una tendenza in crescita

cene aziendali firmate

Come da tradizione aziendale, prima delle festività natalizie le aziende sono solite organizzare un evento mangereccio a cui partecipano tutti i dipendenti e, non di rado, i propri clienti. Si tratta di momenti che hanno prevalentemente carattere ludico, gestiti per rafforzare lo spirito aziendale e permettere ai vari membri della società di conoscersi meglio, trascorrendo piacevoli ore insieme al riparo dalle tensioni da ufficio.

Negli ultimi periodi si è sviluppata la tendenze di trasformare tali occasioni in veri e propri eventi di branding, in cui l’impresa, attraverso spettacolarizzazione e creatività, crea interesse intorno al proprio marchio. Tra le soluzioni più ampiamente selezionate vi sono le cene aziendali firmate, banchetti di gala in grado di rimarcare il prestigio di una società e di fare notizia.

Come funzionano le cene aziendali firmate

Una cena aziendale firmata ruota intorno all’idea della mondanità: la location selezionata deve essere suggestiva, originale o conosciuta a livello territoriale e l’intera serata si struttura intorno all’identità del brand, in coerenza e nel rispetto della vision aziendale. L’intera serata deve saper tendere, da una parte, ad obiettivi interni che riguardano il rafforzamento del team building e dello spirito di gruppo e, dall’altra, sapersi configurare come momento significativo per la storia dell’azienda, creato per ribadire anche all’esterno quelli che sono i valori che orientano le scelte e le attività d’impresa.

Sempre più spesso, le società si avvalgono di testimonial d’eccezione, coinvolgono personaggi dello spettacolo, della tv o della rete per intrattenere i commensali o si rivolgono a chef di rinomata fama e riconoscibilità nell’ambito della ristorazione, all’interno di location stellate.

Le cene aziendali firmate svolgono la duplice funzione di lavorare sul rafforzamento del brand e di consolidare l’identificazione tra impresa e dipendente e si dimostrano un fortissimo collante sociale, uno strumento incisivo sia per ciò che riguarda le gestione interna del team e sia per l’immagine che il marchio-impresa è in grado di comunicare verso l’esterno.

Ecco alcuni buoni motivi per scegliere il residence Santa Maria di Leuca

L’estate è quasi alle porte, e sono molti i turisti che hanno deciso anche quest’anno di scegliere come meta turistica il Salento. Se anche tu sei tra questi, lasciati consigliare sulla struttura da prendere in considerazione per trascorrere ore di puro relax e tranquillità, la soluzione ideale per coniugare il relax della campagna salentina con il divertimento giovanile che delizia le nottate Made in Puglia.

Presso il residence Santa Maria di Leuca potrai trascorrere momenti di puro piacere e relax insieme alla tua cara famiglia. Forse non lo sai, ma Santa Maria di Leuca è uno dei luoghi più visitati e più ammirati dai turisti.

Una vacanza a Santa Maria di Leuca può essere un’esperienza di viaggio davvero irripetibile. La principale caratteristica di questo luogo è di essere bagnato sia dal mar Adriatico che dal mar Ionio. Entrambi i mari sono a disposizione dei bagnanti che ogni anno giungono in questo luogo a dir poco meraviglioso per godere della limpidezza delle acque, del sole e per i tanti divertimenti tra cui scegliere. Per non parlare poi delle coste; infatti esse sono adatte a tutte le esigenze dei turisti, si prestano a lasciarsi immortalare in scorci stupendi o a lasciarsi vivere dai bagnanti. Coste dorate e sabbiose infatti si alternano a coste rocciose e ad alte scogliere, a disegnare il profilo di acque cristalline.

Il punto della struttura è molto strategico perché permette di avere tutto a portata di mano. Infatti bastano pochi metri per approdare al mare, alla prima spiaggia, o per chi ama fare shopping a pochi metri si avvistano già i primi negozi e le prime boutique.

Le distanze più immediate sono:

  • 500m da Torre Pali
  • 1200m da Lido Marini
  • 500m dalla prima spiaggia
  • 400m dal mare
  • 1500m dalle Maldive del Salento

E allora se vuoi goderti una meritata vacanza non ti resta che scegliere il residence a Santa Maria di Leuca.