Linguaggio social: di cosa si tratta?

Il grande e massivo avvento dei social network ha chiesto agli esperti di digital pr di reinventarsi e di studiare in modo approfondito il linguaggio proprio dei social. Si tratta di una branca della semantica molto speciale, che è ormai entrata a far parte del comune uso quotidiano in quanto viene recepita dai consumatori come ‘normale’. La normalità non è un risultato che si può raggiungere con il solo buon senso, ma che chiede di essere applicata grazie allo studio delle parole, delle terminologie e anche dei metodi di interscambio che ogni giorno avvengono nell’universo social.

L’agenzia digital pr Milano di Alessia Bianchi sa proporsi come un punto di riferimento nel campo della comunicazione grazie all’attento studio della semantica social e alla mirabile applicazione della stessa in fase di digital pr. Per dare vita ad una comunicazione fresca, leggera e legata ai temi moderni, l’azienda si avvale del social media manager, una figura professionale che ha il compito di gestire la visibilità aziendale sui social network e di controllare l’impiego delle parole e dei termini di comunicazione utilizzati in fase di gestione.

Si tratta di un lavoro bello e delicato, che se cade nelle ‘mani sbagliate’ può davvero causare problemi all’azienda a livello di visibilità, ma soprattutto di costruzione della web reputation. L’uso di certi frasi, l’impiego di hashtag coerenti e ben studiati e soprattutto l’utilizzo di link ‘intelligenti’ sono solo alcune delle fasi che fanno parte della comunicazione social, le quali chiedono di essere calibrate con la massima attenzione per dare vita a un sistema di gestione attento e vincente.

Quanto bene può apportare la frase giusta postata al momento giusto? La risposta è molto, perché da questa scelta oculata può derivare la felice promozione di un bene o di un servizio, la capacità di acquisire followers e di innalzare di conseguenza la brand identity, con pochi click, che nascondono uno studio e una preparazione lunga e precisa al dettaglio.

Social media agency: un’opportunità reale per la tua azienda

Al giorno d’oggi i social media se gestiti correttamente possono apportare enormi benefici all’azienda.

I social network sono luoghi ideali per far circolare informazioni ma anche per promuovere la propria attività. Naturalmente bisogna farlo nel modo giusto, altrimenti i risultati saranno più che deludenti.

Al giorno d’oggi i social rappresentano un mezzo per comunicare, ottenere visibilità, creare condivisione e interazione e come illustrato precedentemente, se utilizzati con armonia è possibile realizzare il proprio business.

Ecco qui di seguito alcune regole da tenere in considerazione per ottenere successo con i social media:

Prima di tutto è fondamentale capire quale social fa al proprio caso. Questa è la prima regola.

Poi, quando si utilizza un social network è buona norma interagire con il pubblico di riferimento, condividere e soprattutto creare delle relazioni. Per raggiungere questo traguardo si rivela necessario creare contenuti di alta qualità e che possano suscitare interesse in modo tale da ricevere dei feedback da cui partire per la propria attività.

Oltre a questi aspetti, bisogna tuttavia porre attenzione al piano editoriale. Ebbene si, in ogni business che si rispetti bisogna sempre attuare una strategia a breve o a medio termine.

Dall’attività sui social deve trasparire originalità, unicità e dedizione. Queste sono le tre caratteristiche principali che bisogna possedere.

Forse non lo sai, ma il successo di un’azienda si costruisce proprio grazie ad un piano editoriale coerente e soprattutto ben articolato.

I social network, oggi più che mai sono strumenti potentissimi che consentono un’elevata probabilità di successo. E allora se vuoi raggiungere realmente il successo, devi affidarti ad una seria e onesta social media agency.

 

Matrimonio a Treviso: gli scorci più belli in cui realizzare le proprie foto di nozze

Treviso e la sua provincia offrono numerosi incantevoli scorci a chi decide di passarci qualche giorno di vacanza ma a anche a chi decide di organizzarci le proprie nozze. Per avere degli scatti incantevoli del vostro matrimonio nella marca trevigiana vi servono due cose: trovare un ottimo fotografo di matrimonio a Treviso e decidere per che tipo di scenario optare. Già perché gli scenari più incantevoli in provincia di Treviso si distinguono fondamentalmente in due categoria: gli scenari bucolici e quelli storici.

Tra i paesaggi bucolici come non ricorda il parco del lungo Sile o il Parco degli Alberi Parlanti, nelle immediate vicinanze della città di Treviso.

Tra le ambientazioni di tipo storico le possibilità non mancano. Dagli imponenti castelli come quelli di Castelfranco Veneto e di Roncade alla ricchezza delle ville venete in stile palladiano. Queste ultime mettono a disposizione degli sposi numerosi ambienti tra parchi secolari, saloni da ballo, barchesse e porticati. Qualche nome? Villa Pera a Godega di Sant’Urbano, Villa Zonca ad Arcade e l’imponente Villa Giustian a Portobuffolè. Ovviamente si tratta di location per chi ha dei budget di nozze sostanziosi ma che per contro desidera un matrimonio da favola.

matrimonio a treviso

Una location che invece può tranquillamente rientrare in entrambe le categorie, in quanto immersa nel verde delle colline e comunque ricca di testimonianza storiche, è sicuramente il borgo di Asolo. Definito come uno dei borghi più belli d’Italia e ribattezzata la città dei 100. Adagiata sulle colline del Prosecco Asolo offre tantissime attrazioni storiche.

Un altro borgo incorniciato dalle colline del Prosecco e ricco di antichi resti è Cison di Val Marino. Anch’esso può fregiarsi del titolo di borgo più bello d’Italia e la sua storia è da far risalire ai romani.

Se scegliete di festeggiare il vostro matrimonio in un contesto bucolico come quelli elencati qui sopra potete scegliere un agriturismo per un matrimonio dal gusto country chic senza dimenticare di pattuire un menu a base di quelle che sono le migliori produzioni enogastronomiche locali con radicchio di Treviso quindi, Prosecco e tutti gli ottimi salumi e formaggi prodotti nella marca. Una scelta genuina ed a chilometro zero.

Se vivi a Treviso a questo punto non devi fare altro che fissare la data del matrimonio!

Vacanze in Salento: il turismo enogastronomico

Cucina mediterranea, povera e genuina, pasticceria variegata e gusto di una volta. Scoprire il Salento attraverso i suoi sapori.

Un viaggio in Salento non si limita al solo paesaggio marino. Lecce e la sua provincia vivono di fascinazioni storiche e di retaggi culturali antichi, che fanno parte dell’identità salentina e che la rappresentano. Se hai pianificato un viaggio nel Tacco d’Italia e prenotato un ostello, un hotel o un b&b con piscina in Salento, preparati anche a lasciarti sedurre dalle sue specialità casarecce.

I sapori della terra

Il Salento possiede un retaggio molto povero, fatto di stenti figli di un’economia basata quasi esclusivamente sull’agricoltura. La carne scarseggiava e la popolazione più povera, che costituiva l’ossatura fondamentale dell’intera sistema sociale, si sosteneva tramite i prodotti della terra. Prodotti che oggi costituiscono una ricchezza inestimabile e sono emblema dell’eccellenza della dieta mediterranea.

L’olio extravergine d’oliva del Salento è oggi un brand affermato, riconoscibile per un sapore forte e deciso e per una cromatura marcatamente scura. L’asprezza degli oli leccesi è perfetta per condire e insaporire verdure e carni, ed è consigliata (nella giuste dosi) all’interno di una dieta sana ed equilibrata.

E poi i prodotti della terra: zucchine, bietole, pomodori, cicorie, cipolle, rape, fagiolini, lampascioni; legumi come ceci, fagioli e piselli; frutti come fichi d’india, nespole, susine, prugne e ciliegie sono parte integrante dell’identità culinaria. Senza trascurare i farinacei come i taralli e la pasta fatta in casa (orecchiette e sagne su tutti).

Vini

Il Salento è anche terra di cantine vinicole. Due sono i prodotti più rappresentativi dell’industria vinicola leccese: il Negoamaro, il Malvasia e il Primitivo. Il primo è vero e proprio vessillo della tradizione del Sud Salento, rosso ma utilizzato anche per la vinificazione del rosato; il Malvasia può essere sia bianco che nero ed è tipico, nella fattispecie salentina, soprattutto nel Brindisino; Il Primitivo, invece, nasce nel tarantino ma si è diffuso in tutto il Sud della Puglia come icona della regione, riconoscibile per la sua essenza corposa e per una gradazione piuttosto alta (dai 13,5 fino ai 15-16 gradi).

I dolci

La tradizione dolciaria scandisce la stagionalità e le festività annuali. Le chiacchiere di Carnevale, l’agnello di pasta di mandorla a Pasqua (e il pesce a Natale), i purceddhruzzi durante le festività natalizie sono i dolci più tipici, oltre alle zeppole di San Giuseppe. Ma il vero simbolo della tradizione di pasticceria salentina è, senza dubbio, il pasticciotto, re delle colazioni dei leccesi e vero e proprio orgoglio popolare.

Alcune cose da sapere sulle case in legno

In settore per lo più stagnante come quello dell’edilizia, il mondo delle ristrutturazioni e delle case in legno sembra dare ancora un po’ di ossigeno all’intero comparto. Il mondo delle wooden houses in particolare fa ben sperare con numeri e statistiche assolutamente incoraggianti con un grande indotto di aziende specializzate e un numero di case realizzate in legno raddoppiato rispetto a qualche anno fa.

Questo settore può ambire ad un ulteriore e sensibile crescita solo attraverso un’adeguata informazione in materia. Insieme all’azienda Friul Wood House che realizza case in legno a Udine, vedremo alcune informazioni base da conoscere se state pensando di optare per questo tipo di abitazioni.

case in legno consigli

La prima cosa da sapere è che per la costruzione di una casa in legno si deve seguire tutto l’iter burocratico previsto per una casa in mattoni. Questo concretamente significa disporre di un terreno classificato come edificabile e di tutte le concessioni edilizie necessarie. Questo perché, a differenza di quello che molti pensano, le case in legno non sono bungalow o baite, ma case a tutti gli effetti.

Le case in legno sono tendenzialmente più rapide da costruirsi in quanto molti dei loro elementi prefabbricati, ovvero realizzati preventivamente presso l’azienda edile ingaggiata. Ciò tutta via non deve spaventare gli acquirenti rispetto alle possibilità di personalizzazione della casa. Le case in legno non hanno infatti limiti di customizzazione.

Un mito che invece è giusto sfatare è relativo ai costi di queste case. Non è infatti detto che una casa in legno costi meno del suo corrispettivo in mattoni, tutto sta nelle caratteristiche della casa stessa. Il risparmio legato alle case in legno è invece dato dal futuro taglio dei costi per il riscaldamento ed il condizionamento. Le wooden house, grazie all’ottimo isolamento termico garantito dal legno, consento di avere un elevato comfort abitativo con un sensibile taglio delle bollette per riscaldamento ed elettricità.

Infine è bene assicurare i consumatori rispetto alla resistenza di queste case. Esse infatti sono costruite con tecnologie e legnami trattati per garantire il massimo della resistenza rispetto a terremoti, incendi, intemperie ed insetti xilofagi.

Seguite questi consigli utili sulle case in legno e sicuramente avrete maggiori possibilità di successo.

Il buon caffè e la regola delle 4 “emme”

Il caffè è la bevanda nazionale per eccellenza. Dietro alla classica tazzina di caffè si nasconde un vero e proprio rito, con le sue regole ed i suoi segreti, da seguire per ottenere un risultato perfetto ed un piccolo momento di piacere.

Per preparare un ottimo caffè la regola da seguire è quella delle quattro “Emme” ovvero:
• Miscela di caffè
• Macinatura
• Macchina per caffè
• Mano e Mente del preparatore

La Miscela di caffè: la scelta della giusta miscela di caffè è fondamentale e richiede anche una profonda e spiccata conoscenza delle caratteristiche dei vari caffè che compongono la miscela finale che si andrà ad utilizzare.

Macinatura: è un’operazione fondamentale; infatti una macinatura sbagliata, può surriscaldare la miscela e trasformare il caffè in polvere bruciata. Il grado di macinatura non deve essere troppo grosso altrimenti la miscela diventa meno solubile e l’acqua scorre via quasi lavando la miscela senza estrarne aroma e sapore; nemmeno una macinatura eccessivamente fine è buona infatti si ottiene un caffè forte, a volte con sapore di bruciato.

buon caffe espresso regole

Macchine per Caffè:

• Pre-trattamento dell’acqua
Se si utilizza acqua corrente prima dell’uso deve essere trattata con filtri al carbone; per la durezza dell’acqua si utilizza l’addolcitore a resine. Oltre a far ottenere un buon caffè il pre-trattamento dell’acqua è fondamentale per la durata del macchinario, poiché evita il deposito di calcare all’interno.

• Temperatura dell’acqua
La temperatura dell’acqua per l’infusione deve essere tra gli 86°C ed i 93°C.

• Pressione della caldaia
In conseguenza alla temperatura ideale la pressione in caldaia deve essere per:
– macchine a leva da 1,2 a 1,4 bar;
– macchine idrauliche o ad erogazione continua da 1,0 a 1,2 bar.

• Pressione della pompa
Il valore normale della pressione deve essere di 9 atmosfere.

• Temperatura nella tazzina
La temperatura del caffè nella tazzina immediatamente dopo l’infusione deve essere attorno ai 65°C.

• Dose di caffè macinato
La dose della miscela deve essere di 6-7 grammi.

• Pressatura della miscela
La pressione corretta della miscela nel filtro deve corrispondere a 20-25 kg.

• Tempo di infusione
Per raggiungere 25/35 ml di liquido il tempo di infusione deve essere tra 25 e 35 secondi.

Mano e Mente del Preparatore: per preparare un buon caffè bisogna avere una certa manualità e un certo occhio, senso: il fattore umano non può essere certo trascurato.

In particolare, come già detto, per ottenere la giusta quantità di liquido il tempo di infusione deve essere tra 25 e 35 secondi e naturalmente è decisa dal preparatore che può allungare o accorciare i tempi in funzione del caffè che vuole ottenere, lungo o ristretto.

Fiori per matrimonio: quali regalare

Gigli, gerbere e calle, ma anche roselline, tulipani e orchidee: i fiori più adatti per le felicitazioni di nozze.

Prima di avvalersi del servizio spedizione fiori per omaggiare una coppia di neo-sposati, cercate di avere le idee chiare e di scegliere una composizione che non sia un banale dono fatto per dovere, bensì un pensiero elaborato in modo appropriato, con attenzione e tenendo in considerazione le peculiarità di chi dovrà riceverlo.

Dipende dal tipo di coppia

L’omaggio floreale deve essere adatto al tipo di coppia a cui è destinato. Sebbene non si possa certo tracciare un vademecum sulla questione, è ad ogni modo possibile indicare delle linee guida. Una coppia di under 30 e una un po’ più attempata si configurano in modo diverso e, forse, è il caso che la nostra scelta floreale parta in considerazione di questo.

Se sono giovani…

Per una coppia di giovani amici, è molto bello puntare su composizioni vivaci e ricche di colore. Conoscendo il colore preferito dei due, è possibile cercare una formula che armonizzi il gusto di entrambi (ma dando più spazio al gusto femminile). Gerbere, tulipani, giacinti, orchidee, girasoli e narcisi sono fiori appariscenti, originali e belli da vedere, un omaggio floreale adattissimo all’occasione.

…Se sono meno giovani

Se la coppia in questione è un po’ più in là con gli anni – diciamo che ha superato i quaranta – è meglio puntare su composizioni che siano pensate con compostezza e maggiore rigore. Il color di riferimento è il bianco, tipico del giglio, fiore delicato e simbolo di purezza. Le alternative non mancano: rose bianche e/o rosa, margherite, calle sono tutte ottime soluzioni, indicate per un contesto simile e di buon gusto.

Se preferite una piantina

In alternativa alle composizioni floreali, potete optare per una piantina d’appartamento. Un bonsai è simbolicamente una scelta di valore, emblema di un nuovo inizio, di una realtà che è destinata a crescere in futuro. Acacia, aloe, biancospino e dente di leone sono tutte ottime alternative tra cui scegliere.

Scegli le cassette di sicurezza svizzera per depositare i tuoi beni

images

Vuoi tutelare i tuoi beni con un sistema di protezione alquanto efficace? Se la tua risposta è si, ecco una valida soluzione che può fare al caso tuo: le cassette di sicurezza Svizzera.

Grazie a questi contenitori dotati di doppie chiusure ermetiche e di un sistema di allarme sempre attivo 24 ore su 24, potrai tutelare tutti i tuoi oggetti di valore senza doverti preoccupare. Rivolgerti a Helvetic Securgest può rappresentare la soluzione che cerchi ormai da tempo.

Helvetic Securgest, leader nelle cassette di sicurezza Svizzera, propone  a tutti i suoi clienti servizi di locazione di cassette a prezzi davvero imbattibili e non solo, ma scegliendo le cassette di sicurezza Svizzera i vantaggi che potrai ottenere saranno tantissimi.

Vuoi saperne qualcuno? Te lo diciamo subito:

  • massima affidabilità  e professionalità
  • massima riservatezza
  • caveau super blindati
  • possibilità di delegare anche terze persone se tu non puoi recarti in azienda
  • possibilità di eseguire qualsiasi operazione di immissione o prelevamento
  • stipula del contratto a lungo o a breve termine, a seconda della tua esigenza

E allora, hai visto quanti vantaggi potrai ottenere affidandoti a Helvetic Securgest? L’azienda rappresenta una valida realtà per moltissime persone. Soddisfare pienamente le esigenze dei clienti è l’obiettivo che si pone fin da sempre.

Tutela i tuoi beni prima che sia troppo tardi. La delinquenza sta dilagando a macchia d’olio. Se non vuoi che ti derubino di tutti i tuoi averi, agisci immediatamente. Rivolgiti all’azienda per eccellenza e di sicuro non te ne pentirai.

Chiama e un consulente sarà immediatamente a tua disposizione per stilare insieme a te un preventivo gratuito e senza impegni.

Buona fortuna